Notizie

null Giornata Mondiale dell'Infanzia, Loizzo: "Povertà non risparmia bimbi pugliesi"

Del 20/11/2015

Giornata Mondiale dell'Infanzia, Loizzo: "Povertà non risparmia bimbi pugliesi"

Giornata Mondiale dell'Infanzia, Loizzo: "Povertà non risparmia bimbi pugliesi"

In Consiglio regionale le celebrazioni per il 26° anniversario dalla firma della Convenzione Onu.
Minuto di raccoglimento per le vittime di Parigi. Il presidente dell'assemblea pugliese: "Arginare il degrado è possibile"

"Anche la Puglia ha celebrato la Giornata Mondiale dell'Infanzia, nel ventiseiesimo anno dalla firma della Convenzione adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite: in Consiglio regionale si è svolta una cerimonia a cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente dell'assemblea pugliese, Mario Loizzo, la Garante regionale dei minori, Rosangela Paparella, il Garante regionale dei detenuti, Piero Rossi, in aula ospiti numerose scuole della città di Bari, i rappresentanti del Parlamento regionale dei Giovani, i minori stranieri ospiti delle comunità 'Raru surprise' e 'Don Gallo' assieme ai ragazzi della comunità penale 'Chiccolino'. L'evento ha visto anche un minuto di raccoglimento per i morti di Parigi. Ad animare la giornata, i giovani redattori di Radio Kreattiva, la webradio antimafia che dalla Puglia sta facendo scuola in tutta Italia. Il progetto ha ottenuto il riconoscimento dall’Autorità Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, consentendo all’associazione di diventare capofila del promo network di webradio giovanili di tutta Italia “Sarai Teens Digital Radio”. Una studentessa sedicenne ha presentato la campagna “I have dreams”, una raccolta di sogni, desideri e voglia di protagonismo dei loro coetanei.
“Non vogliamo semplicemente celebrare una ricorrenza, vogliamo soprattutto ascoltare le ragazze e i ragazzi - ha affermato il presidente del Consiglio regionale - conoscere il loro pensiero, la loro visione del futuro e coinvolgerli in un impegno attuale, come Parigi ha dimostrato, averli al fianco nello sforzo di pacificare la società mondiale. Non c’è una guerra nel mondo, ci sono tante guerre. E tutte fanno vittime tra i minori. E molte li schierano come combattenti. In questo quadro di privazioni, di violenze, di morte, ai danni dell’infanzia e dell’adolescenza, la povertà è un capitolo a parte e non risparmia né l’Italia né la Puglia" ha proseguito citando gli ultimi dati di Save The Children e "vedendo all’opera le strutture di Garanzia della Regione, i garanti dei minori e dei detenuti, ci si rende conto che si può arginare il degrado generale che affligge la società. Un arretramento generale, un impoverimento culturale, economico, politico, sociale contro il quale, a quanto si vede, abbiamo la possibilità di creare anticorpi e diffonderli nella società pugliese”.






fonte: BariToday