Notizie

null IL DIRITTO ALLA SALUTE DELLE PERSONE PRIVATE DELLA LIBERTA': UN INDICE SOMMARIO

Del 17/09/2019

IL DIRITTO ALLA SALUTE DELLE PERSONE PRIVATE DELLA LIBERTA': UN INDICE SOMMARIO

Programma 
14.30 - Saluti istituzionali
  • Presidente del Consiglio Regionale; 
  • Presidente della Giunta Regionale Puglia; 
  • Presidente della III Commissione Consiliare Permanente; 
  • Presidente ARESS  
15.30 - IL DIRITTO ALLA SALUTE DELLE PERSONE PRIVATE DELLA LIBERTA': UN INDICE SOMMARIO  

Introduce e modera il Garante dei diritti delle persone private della libertà, Piero Rossi. 
  • CIE E PRESIDI SANITARI PUBBLICI:  GAETANO BRINDICCI - DIRIGENTE MEDICO C/O U.O.C.  MALATTIE INFETTIVE UNIVERSITARIA - AOU CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI 
  • LA PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE DETENUTO. IL RIORDINO ORGANIZZATIVO IN CORSO: NICOLA BUONVINO - REFERENTE REGIONALE E RESPONSABILE ASL BARI, PER L'ASSISTENZA SANITARIA PENITENZIARIA 
  • NUOVI MODELLI TRATTAMENTALI PSICHIATRICO FORENSI: REMS, CARCERE, TERRITORIO: FELICE CARABELLESE - PROFESSORE ASSOCIATO DI PSICOPATOLOGIA FORENSE. UNIVERSITA' DEGLI STUDI ALDO MORO DI BARI 

Il 20 settembre, per cominciare, è l'occasione per chiedere di porre al centro dell'agenda amministrativa regionale l'effettivo riconoscimento del diritto fondamentale alla salute di persone la cui privazione della libertà mette in pericolo la legittima aspirazione alla sanità fisica e psichica.

I migranti trattenuti scontano un ingiustificato fraintendimento concettuale: l'incompatibilità per motivi di salute non coincide col pericolo per gli altri, per motivi legati a un possibile contagio. I detenuti non possono scontare la carenza di personale di Polizia penitenziaria per le traduzioni negli ospedali e, al contempo, vedere non completamente realizzata - per carenze strutturali, infrastrutturali e organizzative)  la presa in carico presso i reparti ospedalieri dedicati o presso gli ospedali interni agli istituti di detenzione (SAI); la sofferenza psichiatrica è in crescita ma non può essere messa in discussione la presa in carico delle REMS e la cifra sanitaria del percorso curativo, trattamentale e riabilitativo. Nella prima sessione del convegno avrà luogo la presentazione, argomentata, di una serie di temi che dovranno essere approfonditi ai più alti livelli di competenza culturale e scientifica, nel segno della effettività dell'accesso per tutti al diritto fondamentale alla salute.


16.30 – IL DIRITTO ALLA SALUTE DEI MINORENNI

Introduce e modera il Garante dei diritti dell’Infanzia e dell'Adolescenza, Ludovico Abbaticchio 
  • ONCOLOGIA PEDIATRICA E PREVENZIONE - VALERIO CECINATI – DIRETTORE U.O.C. PEDIATRIA E ONCOEMATOLOGIA PEDIATRICA SS. ANNUNZIATA TARANTO
  • AFFETTIVITÀ E SESSUALITÀ NELLA RETE DEI SERVIZI - ANTONIO DI GIOIA – PRESIDENTE ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA PUGLIA
  • EDUCAZIONE ALLA SALUTE NELL’INFANZIA E NELL’ADOLESCENZA - PATRIZIA MARZO – PRESIDENTE ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI

17.30 – IL DIRITTO ALLA SALUTE DEI DISABILI

Introduce e modera il Garante dei diritti dei disabili,Giuseppe Tulipani 

  • UNO SPORTELLO REGIONALE UNICO DELLA DISABILITA’ PER GARANTIRE SEMPLIFICAZIONE E DIRITTI, IN UNA NUOVA VISIONE ETICO-SOCIALE: FRANCESCO BELLINO – ORDINARIO DI FILOSOFIA MORALE E PRESIDENTE NAZIONALE DELLA SIBCE (SOCIETA’ ITALIANA DI BIOETICA E COMITATI ETICI) 
  • FRAGILITA’ DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI DEI NOSTRI GIORNI, TRA ABILITA’ E DISABILITA’  EMOTIVA, COGNIITIVA E COMPORTAMENTALE: VALERIO CECINATI – STUDIOSO DELL’ETA’ EVOLUTIVA E GIUDICE ONORARIO PRESSO IL TRIBUNALE PER I MINOREENNI DI TARANTO
  • LE STRUTTURE AL SERVIZIO DELLA PERSONA DISABILE. QUALITA’ E APPROPRIATEZZA DELLE PRESTAZIONI: ANTONIO PERRUGGINI  – PRESIDENTE ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA “WELFARE A LEVANTE” 

18.00 - Conclusioni Direttore del Dipartimento Salute e Benessere Sociale