Asset Publisher

null Documento dell’Assemblea regionale per il Congresso Nazionale di Matera

Del 25/01/2016

Documento dell’Assemblea regionale per il Congresso Nazionale di Matera

Unione Cattolica Stampa Italiana - Puglia

L’Assemblea Regionale dell’UCSI Puglia, riunita al Santuario di Jaddico (Brindisi) nel giorno della Festa di San Francesco di Sales, il 24 gennaio 2016, invita i delegati al Congresso Nazionale di Matera del prossimo 3-6 marzo, ad approfondire il dibattito sul senso dell’essere giornalisti cristiani oggi, cioè testimoni del Vangelo e di Gesù Cristo agli albori di una nuova epoca della comunicazione digitale e cross mediale. 


Siamo chiamati ad essere esempio della necessità di riconoscere l’etica della verità al centro di ogni percorso comunicativo della nostra società contemporanea. In tale direzione si auspica che l’Osservatorio di Mediaetica continui a sviluppare il rapporto con esperti e operatori della comunicazione coinvolgendo sempre più ampie particolarità, a cominciare dalla comunicazione pubblicitaria, per ritrovare insieme tutti i comunicatori del mondo cross-mediale il valore fondante dell’etica della verità.

Non è il mercato che può decidere le sorti future della comunicazione. E tocca a noi giornalisti cristiani essere il sale del cambiamento. Dobbiamo saper indicare la via dell’etica della verità come via maestra ed essere capaci di sviluppare il dibattito sulla Mediaetica coinvolgendo tutte le professioni e i settori della società. 


In questo senso l’UCSI deve saper riscoprire il ruolo centrale di Desk, rivista essenziale di confronto, di stimolo, provocazione, anche in una forma comunicativa nuova e cross mediale, rapida ed essenziale che voglia e sappia comunicare ai giovani soprattutto, risorsa indispensabile e prioritaria del cambiamento.
L’Assemblea Regionale dell’UCSI Puglia ritiene fondamentale che nell’azione propositiva dell’UCSI nazionale converga tutto il bagaglio di esperienza e di azione sviluppato in questi anni nel merito delle varie realtà locali. In particolaredalla Puglia emerge la necessità che l’UCSI nazionale faccia propria l’esperienza del Forum Bambini e Mass Media, che va maturando un rapporto nuovo e costruttivo con i CORECOM. Importante è l’appuntamento ad ottobre prossimo della seconda assemblea nazionale del Forum a Bari a cui l’UCSI nazionale non deve far mancare il proprio convinto apporto nei temi del dibattito e nella partecipazione.

Anche l’esperienza sperimentale del Laboratorio della Buona Notizia nel carcere di Bari, che stiamo per ripetere ed ampliare in altre carceri pugliesi di concerto con il Garante dei detenuti, merita di essere acquisita come propria e rilanciata dall’UCSI nazionale, per la indiscutibile capacità di mostrare l’efficacia di una buona comunicazione che nasce dal cuore dell’uomo, pur nelle condizioni di durezza del peccato e della sofferenza.
L’Assemblea Regionale dell’UCSI Puglia ritiene altresì indispensabile ed auspicabile che i delegati al Congresso di Matera, nel compiere le scelte del nuovo gruppo dirigente, sappiano valutare prioritariamente l’esperienza, la dedizione, le capacità, le disponibilità che al meglio hanno saputo esprimersi nella programmazione e nelle attività delle realtà regionali.
Una Associazione cresce bene e forte se sa scegliere al proprio interno le risorse migliori e metterle in condizione di collaborare ad un programma unico nazionale.


La figura del Presidente Nazionale in particolare urge che sia rappresentativa di tutto ciò. All’UCSI non serve un Presidente “esterno” che venga a fare esperienza ex novo dell’associazione. Né serve un Presidente necessariamente “pensionato”, se
nza nulla togliere alla

 grande capacità di contributo dei colleghi pensionati. E’ molto più utile per essere testimoni credibili nella categoria e tra tutti i comunicatori, un Presidente professionista in attività, e per essere testimoni cristiani di un cambiamento epocale e portatori di una suggestione capace di dare frutti nuovi, l’Assemblea dell’UCSI Puglia auspica che i delegati del Congresso di Matera scelgano comePresidente una professionista donna in servizio attivo. 
Un segnale non da poco in una categoria legata ad un forte maschilismo, ma al tempo stesso vivacizzata da un maggioritario professionismo precario femminile.
L’Assemblea Regionale dell’UCSI Puglia, infine, auspica che i Presidenti Regionali sappiano ritrovarsi in una forma di coordinamento, così come nell’esperienza del Congresso di Caserta, per compiere ogni sforzo condiviso alla definizione di un programma, in cui non dovranno mancare importanti momenti comunitariamente partecipati di spiritualità e di vita ecclesiale, e di un gruppo dirigente nazionale unitario.
Brindisi, Santuario di Jaddico, 24 gennaio 2016.